Il trial da una mano all’economia

 Quando il Trial diventa elemento di sviluppo economico
Confartigianato Imprese Rieti è il primo sponsor della II prova del Campionato Italiano Trial che si svolgerà a Monte San Giovanni in Sabina il 18 maggio 2014. L’organizzazione più rappresentativa della provincia si è impegnata in maniera sinergica con le istituzioni locali e soprattutto con gli operatori economici del luogo per portare un grande evento in un territorio ricco di storia e tradizioni: la Sabina. Questo a dimostrazione che il trial può convivere con l’ambiente e con le esigenze di chi vuole combattere la crisi economica con ogni mezzo. Arriveranno in tanti, da ogni parte di Italia e, per questo, tutta la comunità si è mobilitata per accogliere nel migliore di modi il circus del trial. Accanto al Moto Club Tre Valli, il Comune di Monte San Giovanni in Sabina, la proloco e tutte le organizzazioni giovanili.
“Lo sport è sempre più lo strumento che ci permette di creare comunicazione, convivenza, condivisione e socialità – afferma Maurizio Aluffi, promotore dell’evento, organizzatore e storico pilota delle Valli del Canera – senza però dimenticare che attività sportiva significa anche lavoro, industria e fatturato, oggi più che mai utili sostenitori per il rilancio economico del nostro Paese e di grande contributo per lo sviluppo del PIL, soprattutto se si considera che il 70% della produzione nazionale del settore viene esportata”.
Ma il trial è anche promozione turistica ed economica. Tutta l’area interessata dalla manifestazione per l’occasione è diventata “albergo diffuso” a dimostrazione di quanto la gente del luogo sia ospitale e ci tenga a lasciare un buon ricordo a chi avrà modo di conoscerla.
Questi sono i motivi cardine che fanno diventare importante l’organizzazione di questa prova di Campionato Italiano Trial. Crediamo che sia proprio da questo che bisogna ripartire, gettare le basi perché anche a noi sia riconosciuto un ruolo, anche piccolo, per il contributo che possiamo dare a chi vuole uscire dalla crisi e dalla recessione.
Prendiamo questo appuntamento come un’opportunità per dimostrare il vero valore del nostro sport e della nostra disciplina.