Procedure iscrizione Registro Storico

 
 
PROCEDURA ISCRIZIONE
 
Alla luce dell’entrata in vigore del  DM 17 Dicembre 2009 relativo alla disciplina e procedura per l’iscrizione dei veicoli d’interesse storico e collezionistico, il Registro Storico Nazionale FMI ha adeguato le proprie procedure e la relativa modulistica al fine di poter rilasciare il Certificato di Rilevanza Storica e Collezionistica. 
 
 
Criteri d’iscrizione
 
Sono iscrivibili al Registro Storico FMI i motoveicoli (motocicli, ciclomotori, motocarrozzette, motocarri ecc.) che hanno compiuto i 20 anni di età. La Commissione si riserva la facoltà di non iscrivere i motoveicoli che non risultino completamente conformi all’originale, in ottime condizioni di conservazione o ben restaurati. I motoveicoli ed i ciclomotori di cui si richiede l’iscrizione dovranno essere privi di accessori anche se di serie e d’epoca. Si precisa che possono essere iscritti, al Registro Storico FMI, tutti i motoveicoli che rispondono ai requisiti di cui sopra, indipendentemente dall’inclusione del modello nell’elenco dei motoveicoli di interesse storico. Si fa presente che i motocarri, motofurgoni e tricicli, per essere iscritti al Registro Storico FMI, dovranno essere dotati esclusivamente di manubrio e non di volante.
 
Il richiedente l’iscrizione al Registro Storico deve essere tesserato alla FMI per l’anno in corso, nonché proprietario del motoveicolo di cui richiede l’iscrizione.
 
 
Procedura per la richiesta d’iscrizione al Registro Storico Nazionale ed il rilascio del
 
Certificato di Rilevanza Storica e Collezionistica 
 
Le procedure e la relativa modulistica, necessarie per la richiesta d’iscrizione al Registro Storico Nazionale, prevedono tre differenti casistiche di seguito specificate:
 
A. Motoveicoli muniti di regolare targa e libretto di circolazione nazionale (con dati tecnici corretti e conformi al veicolo) e mai dismessi dalla circolazione (Procedura A);
 
B. Motoveicoli muniti di targa e libretto di circolazione nazionale ma radiati d’Ufficio dal PRA o motoveicoli non muniti di regolare libretto di circolazione nazionale (radiati d’Ufficio dal PRA privi di libretto di circolazione, cancellati dal PRA per custodia in area privata, demoliti, nuovi mai immatricolati, di importazione estera, di origine sconosciuta, mai iscritti al PRA, ecc.). Motoveicoli muniti di targa e libretto di circolazione nazionale, ma con dati tecnici errati o non conformi al veicolo (Procedura B) 
 
Epoca Sport: motoveicoli non abilitati alla circolazione stradale, bensì utilizzati in discipline sportive (Velocità e Cross) che ne precedono esclusivamente l’utilizzo in appositi impianti. L’iscrizione al Registro Storico è comprovata dal rilascio del tesserino di conformità storico-tecnica, valido ai soli fini sportivi.
 
 
 
Procedura A:  
 
tesserarsi alla FMI mediante un moto club oppure online, ed allegare copia della tessera;
stampare il modello A, per la richiesta d’iscrizione al Registro Storico Nazionale ed il rilascio del Certificato di Rilevanza Storica e Collezionistica, compilarlo in ogni sua parte;
effettuare il versamento della quota di euro 60,00 sul conto corrente postale 29889037 intestato a Federazione Motociclistica Italiana (indicando nella causale “richieste d’iscrizione al registro storico”) ed allegare l’originale della ‘ricevuta’;
effettuare 9 fotografie a colori del motoveicolo su fondo uniforme di colore neutro (2 lato destro, 2 lato sinistro, 1 anteriore, 1 posteriore, 1 ravvicinata e leggibile del numero motore, 1 ravvicinata e leggibile del numero di telaio ed 1 del telaio a distanza di un metro in direzione della zona dove il numero di telaio è posizionato); tali foto, dovranno essere del formato 10X15 e stampate con metodo fotografico. Il motoveicolo va fotografato senza accessori (borse, parabrezza, portapacchi, bauletto, tappetino, ecc.) anche se di serie, come da schema esplicativo;
effettuare la copia del libretto di circolazione da cui siano rilevabili i dati tecnici e da cui si evinca che il richiedente sia l’ultimo intestatario, nonché copia del foglio complementare o del CDP (certificato di proprietà); in caso di passaggio di proprietà in corso occorre allegare copia del documento che lo attesti (documento provvisorio di circolazione) e copia di un documento d’identità;
nel caso trattasi di ciclomotore non provvisto di libretto di circolazione con intestazione, ma con certificato di conformità o privo anche di quest’ultimo, occorre allegare la dichiarazione di proprietà con copia di un documento d’identità;
Dopo aver eseguito quanto sopra indicato, il richiedente dovrà inviare la documentazione in busta chiusa ad uno degli esaminatori nazionali.
 
Per i motoveicoli delle specialità Regolarità e Trial, al fine di velocizzare l’iter della richiesta, contattare esclusivamente l’esaminatore di specialità.
 
 
 
Procedura B: 
 
tesserarsi alla FMI mediante un moto club oppure online, ed allegare copia della tessera; 
stampare il modello B, per la richiesta d’iscrizione al Registro Storico Nazionale ed il rilascio del Certificato di Rilevanza Storica e Collezionistica, compilarlo in ogni sua parte;
effettuare il versamento della quota di euro 100,00 sul conto corrente postale 29889037 intestato a Federazione Motociclistica Italiana (indicando nella causale ‘richiesta d’iscrizione al registro storico’) ed allegare l’originale della ‘ricevuta’;
effettuare 10 fotografie a colori del motoveicolo su fondo uniforme di colore neutro (2 lato destro, 2 lato sinistro, 1 anteriore, 1 posteriore, 1 ravvicinata e leggibile del numero di motore, 1 ravvicinata e leggibile del numero di telaio, ed 1 del telaio a distanza di un metro in direzione della zona dove il numero di telaio è posizionato, 1 ravvicinata e leggibile del numero di omologazione (nei casi in cui è presente sul telaio); tali foto, dovranno essere del formato 10X15 e stampate con metodo fotografico; il motoveicolo va fotografato senza accessori (borse, parabrezza, portapacchi, bauletto, tappetino, etc.) anche se di serie, come da schema esplicativo; 
effettuare la copia di ogni documento (visura od estratto cronologico del PRA, certificato d’origine, ecc.) di cui si è in possesso (per i motoveicoli di cui si conosce il numero di targa è obbligatorio allegare copia dell’estratto cronologico);
compilare ed allegare la dichiarazione di corretta conservazione del motoveicolo(su apposita modulistica predisposta) e la copia di un documento d’identità, nonché una dichiarazione di proprietà (su apposita modulistica predisposta);
allegare, in originale, la dichiarazione dell’officina (su apposita modulistica predisposta) che ha eseguito i lavori, attestante quanto effettuato (recupero, ripristino, manutenzione ,verifica, ecc.);
Nel caso si conosca il numero di targa del veicolo è obbligatorio allegare estratto cronologico.
Solo dopo  aver eseguito  quanto  sopra  indicato, il  richiedente   potrà  contattare  uno degli esaminatori nazionali per concordare quando portare in visione il motoveicolo ed effettuare la consegna dei documenti.
Per i motoveicoli delle specialità Regolarità e Trial, al fine di velocizzare l’iter della richiesta, contattare esclusivamente l’esaminatore di specialità.
 
Nel caso trattasi di motoveicolo radiato d’Ufficio dal PRA, munito di regolare targa e libretto di circolazione, occorre inoltre allegare la copia del libretto di circolazione; per questa casistica non è prevista la visione del motoveicolo, pertanto, dopo aver eseguito quanto sopra indicato, il richiedente dovrà inviare in busta chiusa, ad uno degli esaminatori nazionali presenti nell’apposito elenco consultabile sul sito federale, la predetta documentazione.
 
Istruzioni e moduli
 
 
 
                                                                                                  

Campionato Italiano gruppo 5-2014

CAMPIONATO ITALIANO GRUPPO 5 TRIAL 2014

  • 5-6      APR          MC CANZO                        CAGLIO (CO) (2 GG)
  • 3-4      MAG         MC DOMO 70                     CRODO(VB) (2 GG)
  • 14-15  GIU           MC TRIAL VALCHIAMPO    SAN BORTOLO DELLE                                                                                        MONTAGNE (VR) (2 GG)
  • 6-7     SETT      MC EGNA-NEUMARKT         FOLGARIA (TN)
  •                          + CAMPIONATO EUROPEO UEM TRIAL (2 GG)
  • 27-28 SETT      MC ALTA VAL TANARO       GARESSIO (CN) (2 GG)
  • 19      OTT        MC MONZA                           COLICO (LC) (1 GG)

scarica il calendario in word:

CAMPIONATO ITALIANO GRUPPO 5 TRIAL 2014

Calendario Regionale lombardia 2014

  • 27 aprile mc Val-Com località Talamona So
  • 4 maggio mc Vlatellina Faedo So
  • 13 luglio mc Monza Cantù Co
  • 20 luglio mc Lazzate Gerola Alta So
  • 27 luglio mc Valsassina Valtaleggio Bg
  • 14 settembre mc Bergamo Valtorta Bg
  • 2 novembre mc Lazzate Lazzate Mb.
  • 9 novembre mc Chiuduno Chiuduno Bg

Proficua ed interessante riunione oggi 1 febbraio a Milano presso la sede del comitato regionale. Obiettivo: discutere il nuovo anno di gare e le strategie da mettere in campo, Stilare il calendario gare 2014.
Una riunione proficua perchè per la prima volta si è avuta la certezza che tutti gli 8 rappresentanti di club presenti erano concordi nel dover dare un segno di rinascita al nostro campionato che parte con tante belle novità già stabilite, ed altre proposte interessanti saranno discusse in settimana con le alte cariche per vederne la fattibilità.
Il settore trial regionale che da quest’anno è guidato da Angelo Panteghini, ha messo a disposizione “gratuitamente” per i club organizzatori, un gruppo di lavoro che supporterà o se richiesto si prenderà carico della gestione logistica della gara.  Un gruppo di giudici di zona federali sarà a disposizione gratuitamente per integrare eventuali esigenze dei club ed un direttore di gara sarà disponibile per chi ne avesse bisogno.
Il gruppo di lavoro del core settore trial sarà composto da Angelo Panteghini alla guida, Stefano Galante gli farà da supporto diretto, Daria Scherini addetta alle iscrizioni e logistica, Silvano Brambilla (mototrial.it) informazione, Daniele Mattei si occuperà delle classifiche sia di gara che di campionato e Rodolfo Arrigoni si occuperà della revisione delle zone. Dal capo dei commissari si è avita la quasi certezza che il campionato sarà seguito da un commissario unico munito del necessario per snellire il più possibile le iscrizioni.
Si è deciso all’unanimità di non aumentare i costi, e come sapete a partire da quest’anno la licenza TR5 e TR5 over avrà il costo di 100 euro invece di 170. (nazionale)
Ci sarà un unico pettorale ed un numero unico per tutto il campionato, Probabilmente sarà gratuito, potranno partecipare al regionale anche i soli possessori di tessera del moto club nelle categorie “bianco e nero”, non ci sarà per questi ultimi una classifica di campionato. Nella riunione si è cercato di non sovrapporre le date del regionale con le date del campionato UISP.  Quindi da una riunione dall’esito molto positivo si è stilato il calendario:

  • 27 aprile mc Val-Com località Talamona So
  • 4 maggio mc Vlatellina Faedo So
  • 13 luglio mc Monza Cantù Co
  • 20 luglio mc Lazzate Gerola Alta So
  • 27 luglio mc Valsassina Valtaleggio Bg
  • 14 settembre mc Bergamo Valtorta Bg
  • 2 novembre mc Lazzate Lazzate Mb.
  • 9 novembre mc Chiuduno Chiuduno Bg

Il comitato FMI lombardia trial ringrazia Augusto Bartesaghi e Luigi Schiavi responsabili del Trofeo Trialario UISP per la fattiva collaborazione nello sviluppo del calendario gare.